PERCORSI

Si consiglia

– abbigliamento comodo
– pantalone lungo
– scarpe da trekking
– bastoncini da trekking
– cappello
– protezione solare
– spray anti-insetti
– 2 litri d’acqua

Per partecipare è necessario sottoscrivere la tessera soci 2024. La prenotazione è obbligatoria. Per informazioni:calanchidelmarchesato@gmail.com

La Via Veteram

SCHEDA PERCORSO

Difficoltà: intermedia
Lunghezza percorso: 4 km
Dislivello: 160 mt
Durata stimata: 3 ore
Acqua lungo il percorso: no

IL PERCORSO

Escursione di difficoltà intermedia nell’area compresa tra i comuni di Cutro e Roccabernarda lungo un tratto dell’antica “Via Veteram”, la strada di pastori e pellegrini, che per secoli ha messo in collegamento Cutro con l’entroterra. Uno scenario unico e suggestivo tra resti di antichi pontili, monoliti di argilla, biancane e colline dorate di grano, quelle che Pierpaolo Pasolini nel suo reportage “La lunga strada di sabbia” pubblicato sulla rivista Successo nel 1959, definì “dune immaginate da Kafka”.

 

Anello La Scala - Le Forche

SCHEDA PERCORSO

Difficoltà: alta
Lunghezza percorso: 6 km
Dislivello: 280 mt
Durata stimata: 4 ore
Acqua lungo il percorso: no

IL PERCORSO

Il percorso “strong” dell’associazione, per escursionisti. L’itinerario, della lunghezza complessiva di circa 6 km, parte dalla strada sterrata che si dipana infondo a via Barbara Micarelli, e prosegue in discesa passando per le biancane monumentali della Scala. Sospesi sulle creste dei calanchi a lama di coltello, attraverseremo le zone più suggestive di questa vallata fino a raggiungere l’area SIC Stagni sotto Timpone San Francesco, inserita nella Rete Natura 2000. L’anello termina con una risalita mozzafiato, al tramonto, in direzione Le Forche, il picco più alto dell’intero percorso.

Trekking urbano e Scioddra du Pilusu

SCHEDA PERCORSO

Difficoltà: facile
Lunghezza percorso: 4 km
Dislivello: 50 m
Durata stimata: 3 ore
Acqua lungo il percorso: no

IL PERCORSO

Una piacevole passeggiata tra le vie dell’antica Kyterion: dalla scacchiera monumentale di piazza Giò Leonardo Di Bona, raggiungeremo il Canalicchio e poi il Casale da dove ci affacceremo su una balconata dalla quale potremo ammirare i calanchi del Manigliere. Lungo il percorso, incontreremo antichi laboratori di argilla, forni e chiese fino a giungere davanti alla famosa statua del SS Crocifisso. Dal Santuario del SS.mo Crocifisso poi, percorrendo una breve tragitto, raggiungeremo la famosa “Scioddra i du Pilusu”, quella che Ugo Voce, nel suo Dizionario enciclopedico del gergo dialettale cutrese, definì “il nostro piccolissimo canyon”. Una domenica per famiglie, amanti dei borghi, di storia e di leggende, in compagnia dell’esperto di storia locale Luigi Camposano.

Prenotazioni

Vuoi partecipare alle prossime escursioni o ai nostri eventi?
Compila il form con i dati richiesti e unisciti a noi per la prossima avventura!