Marchesato Trekking & Culture 2024

QUARTA EDIZIONE

Cinque tappe da scoprire ed apprezzare per conoscere al meglio le aree interne del Marchesato Crotonese: uno scrigno di biodiversità caratterizzato da evidenze naturalistiche, storiche e paesaggistiche di struggente bellezza. Marchesato Trekking & Culture offre, a turisti e local, l’opportunità di vivere un’esperienza entusiasmante a contatto con la natura e con la cultura locale, tra calanchi e biancane, antichi riti e lingue che provengono da paesi lontani, montagne con panorami mozzafiato e borghi sospesi nel tempo.

Informazioni utili

Per partecipare è necessario sottoscrivere la tessera soci 2024.

La prenotazione all’escursione è obbligatoria

Per informazioni: calanchidelmarchesato@gmail.com

Si consiglia

– abbigliamento comodo
– pantalone lungo
– scarpe da trekking
– bastoncini da trekking
– cappello
– crema solare
– spray anti-insetti
– 2 litri d’acqua

05/05

Fiori e Falene

SCHEDE PERCORSI

Raduno: ore 16.30 – Via Barbara Micarelli (Cutro)
Difficoltà: media
Lunghezza percorso: 3 km
Dislivello: 280 mt
Durata stimata: 6 ore
Acqua lungo il percorso: no
Tessera socio 2024 + escursione: € 15
Soci 2024: € 5

DESCRIZIONE

Una full immersion alla scoperta di flora e fauna dei calanchi del Marchesato con ospiti di eccezione, dal tramonto fino al calar del sole, con dimostrazione di trappolaggio delle falene in notturna.

Percorreremo insieme un tratto dell’anello La Scala – Le Forche e raggiungeremo l’area Sic Stagni Sotto Timpone San Francesco. L’escursione, della durata complessiva di 5 ore, sarà guidata da Umberto Ferrari di Calanchi del Marchesato, Carmen Gangale, ricercatrice in Botanica, Ecologia ed Etnobotanica che si è occupata di monitoraggio, rendicontazione e misure di conservazione per la Rete Natura 2000 in Calabria e  da Stefano Scalercio,  esperto di biodiversità e in particolare della biodiversità di farfalle e falene, che insieme al team del centro CREA, Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria – Foreste e Legno – della sede di Rende (CS) – nell’ultimo anno ha svolto un importante lavoro di ricerca sulla biodiversità dei calanchi.

Dopo una passeggiata alla scoperta delle principali specie botaniche dei calanchi a cura di Carmen Gangale, passeremo per le biancane monumentali della Scala. Sospesi sulle creste dei calanchi a lama di coltello, attraverseremo le zone più suggestive di questa vallata fino a raggiungere l’area SIC Stagni sotto Timpone San Francesco, inserita nella Rete Natura 2000. Qui, al calar del sole, assisteremo alla presentazione del lavoro di ricerca del centro CREA ed alla dimostrazione di trappolaggio delle falene.

Convivio finale a base di vino e prodotti locali.

09/06

Arberia

SCHEDA PERCORSO

Raduno: ore 10.00 – Chiesa di Sant’Antonio alla Gradea (Pallagorio)
Difficoltà: adatta a tutti
Lunghezza percorso: 6 km
Dislivello: 280 mt
Durata stimata: 4 ore
Acqua lungo il percorso: no
Quota + pranzo: € 29

DESCRIZIONE

Accoglienza e guida a cura di Fili Meridiani, Alessandro Frontera, GUIDA AIGAE ed esperti locali, con raduno alle ore 10.00 a Pallagorio nel sito di Sant’Antonio alla Gradea, il cui rito mascherato è candidato a patrimonio immateriale Unesco. Dopo un omaggio a Skanderbeg, l’eroe della comunità arbëreshë, ci dirigeremo verso il MUZÈ, Spazio Arberia e laboratorio alfabeto, il museo dedicato alla cultura arbëreshë realizzato da i ragazzi di Fili Meridiani. Visita al Campanile della Chiesa e al laboratorio di ori arbëreshë Lapietra. Visita la Pizzuta, panorama 360º.

Aperipranzo arbëreshe e degustazione vini d’Arbëria  con Show cooking dromësat, la pasta benedetta degli arbëreshë.

14/05

Monte Fuscaldo

SCHEDA PERCORSO

Raduno: ore 9.30 – Area Verde Monte Fuscaldo – Santa Severina
Difficoltà: bassa
Lunghezza percorso: 8 km
Dislivello: 50 mt
Durata stimata: 4 ore
Acqua lungo il percorso: no
Tessera socio 2024 + escursione: € 15
Soci: € 5

DESCRIZIONE

Accoglienza e guida a cura del Comune di Roccabernarda e Pasqualino Piro, GUIDA AIGAE.

Il monte Fuscaldo è una lussureggiante nicchia ecologica che si eleva al centro del Marchesato crotonese facendo da spartiacque fra le valli dei fiumi Tacina e Neto; si specchia tra l’altopiano della Sila ad occidente e l’azzurro del mare Ionio ad oriente.
Un sentiero sterrato di circa 8 km ne delimita la sommità dalla quale di diramano valloni simili a piccoli canyon dove si rifugiano specie faunistiche e botaniche particolari, tra cui rapaci molto rari come il capovaccaio, il gufo reale, il nibbio reale, il lupo, il cervone, la testuggine di Hermann. Il percorso è di facile andatura e sfiorerà un’altezza massimo di 600 metri dal mare con dislivello di 50 metri.

Pranzo a sacco –  munirsi d’acqua, indossare un abbigliamento comodo che non impedisca i movimenti, vestirsi a strati e portare con se un cappellino per proteggersi dal sole.
Utilissimo un binocolo/cannocchiale per le osservazioni.

06/07

Anello La Scala - Le Forche

SCHEDA PERCORSO

Raduno: ore 16.00 – Via Barbara Micarelli, Cutro
Difficoltà: intermedia
Lunghezza percorso: 6 km
Dislivello: 280 mt
Durata stimata: 4 ore
Acqua lungo il percorso: no
Tessera socio 2024 + escursione: € 15
Soci: € 5

DESCRIZIONE

Accoglienza e guida a cura di Calanchi del Marchesato e del naturalista Umberto Ferrari.

L’itinerario, della lunghezza complessiva di circa 6 km, parte dalla strada sterrata che si dipana infondo a via Barbara Micarelli, e prosegue in discesa lungo un tratto dell’antica via Veteram, la strada di pastori e pellegrini, che per secoli ha messo in collegamento Cutro con l’entroterra. Uno scenario unico e suggestivo tra resti di antichi pontili, monoliti di argilla, biancane e colline dorate di grano, quelle che Pierpaolo Pasolini nel suo reportage “La lunga strada di sabbia” pubblicato sulla rivista Successo nel 1959, definì “dune immaginate da Kafka”. Passando per le biancane monumentali della Scala, sospesi sulle creste dei calanchi a lama di coltello, attraverseremo le zone più suggestive di questa vallata fino a raggiungere l’area SIC Stagni sotto Timpone San Francesco, inserita nella Rete Natura 2000. L’anello termina con una risalita mozzafiato, al tramonto, in direzione Le Forche, il picco più alto dell’intero percorso.

Convivio finale a base di vino e prodotti locali.

21/07

Trekking urbano e Scioddra du Pilusu

Raduno: ore 17.30 – Piazza Gio. Leonardo Di Bona (Cutro)
Difficoltà: facile
Lunghezza percorso: 4 km
Dislivello: 50 m
Durata stimata: 3 ore
Acqua lungo il percorso: no
Tessera socio 2024 + escursione: € 10
Soci: € 5

DESCRIZIONE

Una piacevole passeggiata tra le vie dell’antica Kyterion: dalla scacchiera monumentale di piazza Gio. Leonardo Di Bona, verso il Canalicchio e poi verso la balconata panoramica del Casale da dove si possono ammirare i calanchi del Manigliere. Lungo il percorso incontreremo antichi laboratori di argilla, forni e chiese fino a giungere davanti alla famosa statua del SS Crocifisso per una visita all’opera e alla Chiesa.  Il percorso si conclude con una breve discesa ler vedere dall’alto la famosa “Scioddra i du Pilusu”, quella che Ugo Voce, nel suo Dizionario enciclopedico del gergo dialettale cutrese, definì “il nostro piccolissimo canyon”.
Una domenica per famiglie, amanti dei borghi, di storia e di leggende, in compagnia dell’esperto di storia locale Luigi Camposano.

Convivio finale
a base di vino e prodotti locali.

Prenota ora!

Compila il modulo per prenotare la prossima escursione.